Bisca Italia, Paese dei balocchi


Ogni italiano, dal neonato al centenario in coma, scommette nel gioco d’azzardo 132 euro al mese (1.584 euro l’anno) e siamo il Paese che perde di più (19,5 miliardi di euro nel 2016) davanti agli Stati Uniti, al Regno Unito, alla Spagna, alla Francia e alla Germania dove i tedeschi superano appena un terzo della quota di perdite italiane. L’indiscriminato aumento dell’offerta di gioco lecito, iniziato nel 1997 con l’introduzione di Superenalotto, sale bingo e scommesse, è piombata su una società impreparata a reggerne l’urto sotto il profilo dell’impatto sociale e dei controlli che possono in concreto essere assicurati dalle autorità a ciò preposte (Magistratura, Polizia e Guardia di Finanza).

Read more »

Rottamare gli ultra-sessantenni?

pensioni3
La Ragioneria Generale dello Stato pubblica i risultati della rilevazione “Conto Annuale” relativi all’anno 2014 (cliccare qui). Il Conto Annuale raccoglie i dati sulla consistenza e i costi del personale della Pubblica Amministrazione e costituisce fonte ufficiale di informazioni per le decisioni in materia di pubblico impiego da assumere nelle sedi istituzionali.

Read more »

Accendiamo la conoscenza

lampadina1
La lampadina si rifà il look: l’Unione europea ha stabilito, infatti, che dal primo settembre 2013 è scattato l’obbligo per produttori e importatori di apporre sulla confezione delle lampadine un nuovo tipo di etichetta energetica. Sulla nuova etichetta, che si può trovare nella versione a colori o monocromatica sono indicati il nome e/o il marchio del produttore, l’identificatore del prodotto, la classificazione energetica della lampadina e il consumo ponderato di energia. La nuova etichetta è estesa anche a lampade che ne erano state in passato escluse come, ad esempio, le alogene a bassa tensione, così come tutte le lampadine direzionali, comprese quelle a Led ed è divenuta obbligatoria per le lampadine immesse sul mercato a partire dal primo settembre 2013. I prodotti già in vendita nei negozi, al contrario, riporteranno ancora la vecchia etichettatura, pertanto nella fase di transizione, sarà possibile trovare le due diverse classificazioni. Read more »

Nocciolando nel sud dell’Alto Lazio – A Carbognano i dolci con la tonda gentile

nocchie
In Italia, secondo produttore mondiale dopo la Turchia, il nocciolo è coltivato in modo intensivo principalmente in poche zone (in parentesi sono indicate le cultivar):
• Piemonte, nelle Langhe (Tonda Gentile delle Langhe).
• Lazio, in provincia di Viterbo (Tonda Gentile Romana).
• Campania, nelle province di Caserta (Tonda di Giffoni, Camponica, Mortarella, San Giovanni), Napoli, Avellino (Mortarella, San Giovanni, Camponica) e Salerno (Tonda di Giffoni).
• Sicilia, principalmente nella provincia di Messina, ma anche sull’Etna, sulle Madonie e nei dintorni di Piazza Armerina.

Read more »

La miccia (somara) Belen e i suoi compagni


Non ci manca proprio niente: c’è l’orto, il frutteto, il castagneto, il nocchieto; nel vasto recinto un piccolo zoo personale: capre, cani, gatti, papere, galline, conigli, cavalli.
Ma il pezzo pregiato della narrazione, fulcro aggiornabile dell´operazione-simpatia, resta la miccia Belen, che il proprietario tutte le sere monta.

Read more »

Pagina successiva »