Festa dei 50 anni!


Le riconoscete? Beh, domani compiono 50 anni (25 anni per gamba!), e con loro, anche la mia piccioncina! Che comunque, tiene ancora bene! E’ come se compisse i suoi secondi 25 anni e, inoltre, la bellezza della Carla è frutto solo dei geni e di Madre Natura, non di ritocchini.

Domani compi 50 anni e lo senti come un evento particolare, un appuntamento importante nella

vita di una persona, e quindi il desiderio di fermarsi a riflettere su un pensiero lontano è forte. Quando si era ragazzi una donna di 50 anni ci sembrava già “vecchia”, e quindi ora ci ritroviamo ad essere persone “anziane” agli occhi dei giovani. Nello stesso tempo però non ci sembra d’essere invecchiati. O meglio, i cambiamenti a livello fisico non  disturbano più di tanto. Anzi finiamo per avere un migliore rapporto con noi stessi adesso di quando avevamo 40 anni, una volta accettata l’evidenza dell’età ci sentiamo più leggeri e ci rendiamo conto che quello che siamo ora, ciò a cui siamo approdati è proprio la sommatoria di quello che abbiamo vissuto giorno dopo giorno e che ci ha segnato, ci ha arricchito e donato anche un pizzico di disincanto ma che ci fa anche  rendere conto che la vita vale la pena di essere vissuta attimo per attimo, sempre.

Auguri mia adorabile bimba di 600 mesi!
Naturalmente valgono anche per te le splendide parole già inserite -in occasione dei miei primi 50 anni- nel “un post da ricordare”, e in più ti voglio ricordare le parole di Maria Teresa di Calcutta: “Tieni sempre presente che la pelle fa le rughe, i capelli diventano bianchi, i giorni si trasformano in anni, però ciò che è importante non cambia, la tua forza, la tua convinzione non hanno età. Il tuo spirito è la colla di qualsiasi tela di ragno. Dietro ogni linea di arrivo, c’è una linea di partenza. Dietro ogni successo, c’è forse una delusione. Ma fino a quando sei viva, sentiti viva. Non vivere di foto ingiallite. Insisti, anche se tutti si aspettano che tu abbandoni. Non lasciare che si arrugginisca il ferro che c’è in te. Fai in modo che invece che compassione, ti portino rispetto. Quando, a causa degli anni, non potrai correre, cammina veloce; quando non potrai camminare veloce, cammina; quando non potrai camminare, usa il bastone, ma non trattenerti mai”.

Per finire e per completezza di cronaca informo che anche il simbolo della “pace” compie 50 anni.

1 Comment so far

  1. Baldassarre Antonio on maggio 29th, 2009

    Complimenti Mariotti,anche a Specchia esiste la Residenza dell’Amore.Questo rifugio artistico e spirituale è immerso nella bellezza della natura che lo rende perso nel tempo. Sito a Cardigliano (Specchia), nella provincia di Lecce, la “Residenza dell’Amore”, comprende, infatti, una “Casa-Museo” con stanze colme d’affreschi e sculture a tema, giardini ricchi di numerosi gruppi scultorei che raccontano gli amori epocali tragicamente vissuti, figure che abbracciano realtà e fantasia con una tale facilità tanto da non percepirne la divergenza. La natura s’intreccia alla pietra e ne diventa parte integrante e fondamentale, dalla natura nasce ogni ispirazione e a lei ritorna: i corpi nudi, tra realtà e mito, tra sarcasmo e austerità.

Lascia un commento